8 luglio 2018 – Sentiero Nomadi – Val Campelle (TN)

Locandina-Nomadi-2018_Webl

Mappa-Nomadi-2018_Web

Dal piazzale in Loc. ex HOTEL presso la Cappella degli Alpini (m 1336), si percorre la strada asfaltata che prosegue verso il Ponte Conseria fino al piccolo piazzale antistante alla chiesetta presso il Rifugio Carlettini. Una bacheca in legno segnala qui l’inizio del sentiero inaugurato nel settembre 1996 dedicato ai due musicisti scomparsi del Gruppo dei “Nomadi”. Il sentiero inizia a salire dapprima dolcemente dopodiché, oltrepassata la stradina che porta alla Malga Caserina che si scorge poco distante sulla sinistra, si fa più erto, inoltrandosi nel
fitto bosco di abeti. Dopo 1h 15′ si giunge al campivolo di Malga Nàssere. Presso la casara si trova il primo bivacco aperto tutto l’anno e gestito dalla locale Sezione Cacciatori. Da qui chi vuole prosegue per il sentiero Nomadi e il lago di Nàssere mentre chi non se la sente può continuare per comodo sentiero senza dislivelli sino al Rif. Caldenave, punto di ritrovo. Chi prosegue sul Sentiero Nomadi riprende la traccia che incomincia a salire ora sul ripido canalone erboso che punta in questo tratto direttamente verso la cima del Croz de Conseria (m2253). Particolarmente consigliata è l’escursione attraverso questo vallone durante il periodo di fioritura dei rododendri (fine giugno – inizi luglio). Dove il sentiero diventa pianeggiante, raggirato a destra lo spigolo boscoso del Croz de Conseria, vale la pena compiere una breve deviazione verso destra lungo un sentiero che in breve porta alla Busa del Lago o di Nàssere (m 2063) 1 h. Si ritorna sul sentiero Sat e si sale costeggiando il dolce versante sud della cima del Croz di Conseria (m 2253). Giunti sullo spigolo Est, ove il sentiero incomincia a scendere verso la loc. Scagni, vale la pena compiere, in caso di bel tempo, una breve puntata alla cima anzidetta che si raggiunge in circa 15′. Ripreso il sentiero SAT, in breve si giunge al Baito dei Scagni.(m 2094) e, poco più sotto, al bivio con il sentiero n° 373 Buse Todesche – Caldenave. 45′. Dal Lago che si trova nei pressi del bivio anzi descritto, si scende per una ripida valletta fiancheggiando il ruscello che nasce proprio da quest’ultimo lago. Da qui la vista sulla Valle dell’Inferno si apre in tuta la sua selvaggia bellezza. 15′. Il sentiero, giunto nella conca dove sono adagiati i magnifici laghi della Valle dell’Inferno, si snoda fra mughi, rododendri e larici secolari fino a quando inizia a scendere verso la Val Caldenave. A circa 15′ dai laghi troviamo sulla sinistra un piccolo sentiero che porta, dopo circa 200 metri, al Baito dell’Aia della Pesa (m 1966). Dopo 30′ si giunge al campivolo di Malga Caldenave (m 1792) Da qui lo spettacolo che si presenta è a dir poco incantevole. La radura che si apre verso il colle sul quale sorge la Malga Caldenave è solcata dai magnifici meandri delle trasparenti acque del Rio Caldenave. Fanno da sfondo a questo suggestivo paesaggio i superbi ed aguzzi campanili granitici della Cresta Ravetta con Cima Trento (m 2530) e Cima Quarazza (m 2526). Oltrepassato il piccolo caratteristico ponte di legno sul Rio Caldenave, terminato il campivolo, si inizia a scendere per un comodo sentiero recentemente sistemato che porta fino al Ponte Campivelo (m 1499). Da qui si prosegue lungo la strada forestale per un breve tratto; ci si inoltra di nuovo sempre sul sentiero Sat nel bosco per giungere così alla Colonia estiva in Loc. Tedon 1 h. In altri 15′ si ritorna al punto di partenza presso il Rifugio Carlettini.

Difficoltà: E – Escursionistico.

Itinerario su sentieri e mulattiere. Durata:4h/4h 30’ circa intero percorso. 2h/2h 30’ per chi arriva direttamente al Rif. Caldenave. Per chi utilizza i bus navetta e arriva a malga Nassere 45’ per arrivare al Rif. Caldenave (senza dislivello). Dislivello salita: mt. 700 fino al Lago di Nassere – mt. 900 per chi prosegue fino alla Cima Nassere mt 2253 Dislivello discesa: mt. 700/900 Segnavia: Sentiero Nomadi – SAT n° 373 – SAT n° 332. Altitudine dell’escursione: tra 1368 mt e 2253 mt. slm

INFORMAZIONI UTILI

Equipaggiamento consigliato: zaino, scarponi da escursionismo, acqua (1 lt circa) e cibo per l’ eventuale pranzo al sacco, giacca a vento/impermeabile e/o mantella adatta anche a temperature “fresche”, pile, pantaloni da escursionismo, copricapo, guanti, occhiali da sole.
Orario di partenza: ore 6.00 P.zza Unità d’Italia – Novellara con pullman con la partecipazione di almeno 25 iscritti

Arrivo al Parcheggio del Rifugio Carlettini: ore 9.00

Inizio escursione: ore 9.30

Fine Escursione: ore 16.00

Rientro previsto: ore 20.00

Per informazioni: Giordano 329-2330389

Per prenotazioni: Graziella Calzetti 347-1657696

Quote di partecipazione: Con pullman Soci CAI € 25.00 Non Soci CAI € 30.00 Bambini (10 anni) € 10.00

NB. Per i non soci CAI è necessario avere conferma entro il Mercoledì precedente la data dell’uscita per poter effettuare l’assicurazione. Oltre questo termine non sarà più possibile procedere all’iscrizione.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Archivio Eventi, Escursioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...