22 Luglio 2018 – Alto Appennino Modenese – Monte Rondinaio, Monte Giovo Lago Santo, Lago Baccio, Lago Turchino, Lago Torbido

Locandina-Monte-Giovo_27061

Mappa-Monte-Giovo_270618_We

Il Monte Rondinaio (mt.1964), il Monte Giovo (mt.1991) e i 4 Laghi Modenesi si trovano nel comune di Pievepelago nell’alto appennino modenese lungo lo spartiacque che segna il confine tra Emilia-Romagna e Toscana, in un’ambiente ricco di faggete e praterie di mirtilli, tipicamente d’alta quota.

Il percorso

Arrivati in auto a Pievepelago si segue la strada per Piandelagotti e subito si svolta a SX in direzione Le Tagliole. La strada inizia a salire per circa 8 Km fino al parcheggio (a pagamento, munirsi di monetine) posto ai piedi del lago Santo, da dove inizierà il nostro percorso (mt.1502). Prenderemo il sentiero 519 che dopo breve salita inizierà a spianare all’interno di un bosco di faggi fino a trovare alla nostra destra dopo circa 1 ora il sentiero 517 che per ripida salita ci condurrà dopo circa 45 minuti al piccolo lago Turchino (mt.1675). Situato in una conca ai piedi della Finestra del Rondinaio, deve il suo nome alle acque sempre limpide al contrario del lago Torbido che incontreremo subito dopo continuando la salita fino ad incrociare il sentiero del crinale 00. Lo seguiremo verso destra sconfinando quasi subito in Toscana fino ad arrivare ad un balcone naturale con vista in lontananza di Castelnuovo di Garfagnana. Da qui inizia una rapida ma breve salita al monte Rondinaio (mt.1964) dove potremo fare una sosta e se siamo fortunati con una giornata limpida possiamo vedere il mare di Forte dei Marmi. Il sentiero ora prosegue lungo tutto il crinale con sali e scendi da dove possiamo vedere alla nostra destra in basso il lago Baccio (mt.1560), fino a raggiungere dopo circa 1 ora e 30 minuti la croce del monte Giovo (mt.1991). Qui possiamo fare un’altra sosta prima di intraprendere la ripida ma facile discesa seguendo il sentiero 527 verso il Passo Boccaia da dove prenderemo vero destra il sentiero 529 che passando attraverso una pineta ci porterà al lago Santo (molto frequentato in estate) dove finirà la nostra escursione ad anello.

Difficoltà: E/EE – Escursionistico/ Escursionistico per Esperti. Un corto tratto dello 00 richiede piede fermo. Appena prima di raggiungere il monte Giovo troveremo una roccetta da scalare esposta da ambo i lati, un cordino metallico aiuta nel superarla.

Durata: 5/6 ore circa

Dislivello salita: mt. 500

Dislivello discesa: mt. 500

Segnavia: Sentieri CAI 519, 517, 527, 529 e 00.

Altitudine dell’escursione: tra 1502 mt. e 1991 mt. slm

INFORMAZIONI UTILI

Equipaggiamento consigliato: zaino, scarponi da escursionismo, acqua (1 lt circa) e cibo per le soste/pranzo al sacco, giacca impermeabile e/o mantella, pile, pantaloni da escursionismo, copricapo, occhiali da sole.
Pranzo: Pranzo al sacco, troveremo al nostro ritorno 2 “rifugi” sulle rive del lago Santo dove potersi ristorare dopo la camminata.
Orario di partenza: ore 6.00 P.zza Unità d’Italia – Novellara – con mezzi propri Rientro previsto: ore 20.00

Per informazioni: Mirco Ramanzin 348-9109086

Per prenotazioni: Graziella Calzetti 347-1657696

Quote di partecipazione: Soci CAI € 5,00 Non Soci CAI € 10,00

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Archivio Eventi, Escursioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...